Movalia Blog

24.03.2020

Crowdsensing e M-SENSE alla Scuola di formazione TPL di Federmobilità

Alla fine di Dicembre 2019, Movalia e Famas System hanno aderito alla sponsorizzazione della Scuola di Formazione Federmobilità per gli operatori TPL (Trasporto Pubblico Locale) e Enti Locali.

Il 10 e l’11 febbraio 2020 a Roma presso la sede ISFORT (Istituto Superiore di Formazione e Ricerca per i Trasporti) si è tenuto il primo incontro dedicato alla Pianificazione del territorio e progettazione dei servizi TPL. Nello specifico il presidente di Movalia è intervenuto sul tema Metodi diretti per il monitoraggio della domanda di mobilità e dei servizi di trasporto.

Crowdsensing ai fini dei dati sulla mobilità e la sperimentazione in corso in alcune città della piattaforma Movalia M-SENSE sono stati al centro dell’intervento del presidente di Movalia Alfredo Bolelli.

L'aula composta da un nutrito gruppo di tecnici ed esperti del settore TPL, ha mostrato interesse e apprezzamento per l'intervento e per i risultati e le prospettive di impiego nel monitoraggio della domanda e dei servizi TPL. Il presidente di Movalia è entrato nel merito in maniera più specifica spaziando dall'analisi multimodale Origine/Destinazione, ai fattori di carico delle linee di trasporto e in generale agli indicatori di prestazione dei Piani Urbani per la Mobilità Sostenibile.

Prima di approfondire il metodo crowdsensing e la piattaforma Movalia M-SENSE, Bolelli ha voluto chiarire la volontà del gruppo Famas di sponsorizzare la Scuola di Formazione di Federmobilità. 

“Movalia ritiene che l’innovazione in generale, ed in particolare nel governo delle reti di trasporto, ha bisogno di essere accelerata attraverso la formazione di chi può oggi recepire i nuovi strumenti e farli propri in modo progressivo. Per questo motivo la società trova importante fornire ad Enti Locali ed Operatori TPL il proprio supporto di diffusione delle conoscenze in suo possesso, dalle nuove opportunità di monitoraggio e controllo del servizio ai più sofisticati sistemi di monitoraggio in tempo reale della domanda multimodale e dell’efficacia dei PUMS (Piani Urbani della Mobilità Sostenibile)”.